sabato 15 maggio 2010

I VIAGGI DELLA VITA ..... (PARTE 1)

Eccomi qui un risveglio tra solitudine e speranza......Da tre giorni che son casa solo e tira una aria di tristezza incredibile. Anni fa che vivevo solo credevo di stare bene senza la mia famiglia senza mio fratello e mia mamma oggi eccomi qui dopo 3 anni di tanti beniffici dei servizzi della mamma che pure io son diventato mammone non ci posso credere.....
Pensavo 8 anni senza mi avessere fatto cambiare in tutto però in 3 anni di sagezza della mamma son tornato di nuovo bimbo.
Poi una mamma meravigliosa come la mia che quando arrivo dopo 8 anni che eravvamo lontantii disse che adesso per 8 anni ricupero tutto quello che ti ho fatto mancare eh si di nuovo tutti insieme.Partire e bruttissimo e passare l'adolescenza  senza il supporto della mamma fa capire molto cose.Poi la cosa che più mi mancava era le giocate con il mio frattelino che quando son partito aveva 7 anni  ed e diventato 15 senza il suo fratello grande che lo prottegge.Questo e quello che lasci e che non ricuperi mai più quando lasci il tuo paese per venire in un altro per lavoro e per una vità migliore.Paghi il prezzo di stare senza l'amore sincero dei tuoi cari.

Poi vieni in Italia a 15 anni a costruire un futuro solo senzaaaaa guide e senza sapere cosa ti aspetta.I primi pensieri che mi son venuti a Bari mentre vedevo dei raggazzi della mia stessa età che giocavanno felici era che voglio tornare casa e stare pure io con i miei amici però troppo tardi per entrare in italia avevo spesso l'ira di dio e tutti soldi prestati che dovevo poi piano piano restituire.
Inizia il viaggio in treno per padova destinazione di arrivo.Io e un mio compagno di viaggio che aveva 30 anni che avevamo la stessa destinazione.Lui era tranquillo era per la seconda volta che faceva il viaggio io avevo una paura incredibile e dentro di me stavo raccolto come se avessi un freddo terribile ed ogni respiro lo sentivo come musica per le mie orecchie.Li già nelle prime ore del viaggio capì che qui mi aspettava una solitudine e lotta continua per sopravivenza senza i miei genitori che mi proteggevano senza amici.Cosi inizio la mia aventura per la screscità in condizioni di dover afrontare ogni notte la mancanzo di tutto.Non esisteva una notte che non pensavo ad ogni singola persona che mi mancava e che volevo sentire e avere vicino.Cosi guardavo il soffito e dicevo tra me e me che un giorno ricuperarai tutto e avrai di nuovo quello che hai lasciato.Ma i giorni passavano e la mia frasse di tutte le notti diventavo solo un sogno che doveva rimanere dentro di me.Fuori c'era un mondo che dei mie sogni e le mie paure non gli poteva interessare di meno perchè i sguardi delle persone non vanno oltre quello che vedono fuori.E cosi anno dopo anno i miei sogni diventavano sempre più lontani e ogni giorno con ogni sguardo freddo delle persone che mi guardava male come l'alieno del turno o meglio " l'extracomunitario del turno" mi faceva diventare sempre più roccia e più forte a rispondere con la stessa monetta.Cosi mi costruivo il mio muro di protezione.


CONTINUA..............

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails
Name:*
Email:*
Subject:*
Message:*
Verification No.:*
contact form faq verification image

Email form generated by 123ContactForm