venerdì 30 aprile 2010

L'ANGELO........(2 parte)

Eccoci qui ogni volta che sento il bisogno di avere qualcuno a qui pensare come riferimento ce sempre luiiii il suo esempio mi illumina la strada e mi dice che tu dentro di te hai una parte di me che non ti lasciera mai....



 Dopo quella giornata di paura e la sera felice che il mio angelo mi aveva confesato per la prima volta una sua paura,mi sentivo paurito perchè non lo avevo mai visto che aveva paura in niente lui era sempre forte.Poi ci mettiamo al letto come tutte le sere con le teste vicine e a parlare finchè ci adormentiamo insieme.

Mi sveglio come tutti i giorni per andare a scuola e sopra al tavolo come tutti giorni l'angelo mi lasciava la colazione e i soldi per la merenda a scuola e mi da un abraccio forte dicendomi fai il bravo e fagli vedere alla professoresa che sei il più bravo di tutti cosi parto facendo i miei passi lenti e riflessivi per la strada per scuola quel giorno mi sentivo stranno e avevo un  presentimento come se ricordassi che avevo già passato una giornata simile nei stessi orari e nei stessi tempi come se tornassi dietro nel tempo.

Finisco scuola l'angelo non mi aspetava fuori , stranamente me lo aspettavo mi sembrava come una cosa normale.Poi quando torno casa c'era gente che entrava e usciva dalla porta principale. Sembrava come essere nel mercato della frutta.Mia zia quando mi vede mi disse che il mio angelo ha avuto un male improviso..che non sanno ancora cos'è però in quel mommento ero tranquillo che il mio pensavo che l'angelo e forte e sa che non può lascirmi solo.

Dopo ore di attessa e di gente  e medici che entravano e uscivano dalla stanza mia e del mio angelo era arrivato il mio turno.Ordine di angelo tutti fuori e dentro solo il nipottino preferito per unire il consiglio della casa per le decisioni importanti,come sempre il consiglio era solo da me e lui maggior parte delle decisoni le prendevo io dato che ero l'erede a lui confermava.

Dieci minuti di riunione con tutti che aspettano dietro alla porta per sapere... tutti preoccupati del futuro del angelo ma lui era tranquillo anche dopo quello che gli avevano detto che aveva. Cosi doveva dirmi della prossima missione e dovevamo decidere per i dettagli della e mi disse " adesso in poi non possiamo più fare le nostre passeggiate  e nemmeno andare insieme a fare le nostre preghiere tu sarai il mio portavoce con i nostri amici. Da adesso in poi sarai tu al comando delle  nostre missioni e io ero felice e lui più di me" mentre fuori dalla posta tirava un aria e dei musi preoccupati di quello che doveva passare l'angelo per i prossimi anni che gli aspetavano....

Da quel giorno l'angelo non si poteva più alzare dal letto ed era impriggionato dal destino  dal suo dio che amava e pregava tanto ma lui non mosse ciglio ad accetare tutto subito come sempre con la sua tranquilità e con tanta serenita disse solo dio da e dio toglio ne ho avuto tente belle cose adesso va bene pure questo.Improvisamente il nostri ruoli eranno scambiati prima era lui acudirmi in tutto adesso era arrivata l'ora che lo facevo io. Lo facevo sempre con tanta felicità perchè lui era felice vedermi sempre con lui e che da quel primo bichiere di acqua che gli ho partato mi chiamava angelo e "diceva solo che il dio gli ha tolto le gambe e la forza ma in cambio gli avevo dato il mio amore."

LI INIZIò IL MIO PERCORSO DELLA CURA DEL MIO ANGELO E NEL COPPIANDO DENTRO DI ME PARTE DELLA SUA BUONTA INFINITA E PAZIENZA STRAORDINARIA CHE AVEVA......

CONTINUA...............

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails
Name:*
Email:*
Subject:*
Message:*
Verification No.:*
contact form faq verification image

Email form generated by 123ContactForm